Archive for the ‘fighi’ Category

h1

Spain – Honduras

giugno 21, 2010

Il mondiale commentato dalle donne (annoiate)

Read the rest of this entry ?

Annunci
h1

Libero dal lunedì al giovedì

aprile 19, 2009

per storielle a lieto fine. A volte la mattina, a volte al pomeriggio. Se sei interessata chiamami che vedo cosa posso fare per te!

Saranno veramente a lieto fine? Saranno veramente storielle? E soprattutto: se uno te lo sbatte in faccia così, si può rifiutare?

h1

Nothing seems to make me gay (as in happy)

gennaio 12, 2009

Sono un paio di notti che sogno continuamente di fare foto foto foto.
(Ok, a parte ieri che ho sognato di baciare Matteo. Ed era STRANO.)
E mi sveglio sempre stanca, come se fosse una lunga ed esauriente avventura. Però io vorrei DAVVERO imparare a fare foto. Giuro che mi sto impegnando (più o meno) seriamente.

Ieri sono stata a vedere Vicky Cristina Barcelona ed è stato piuttosto folgorante.
Prima di tutto perché Penelope fa sembrare Scarlet una ragazzina insulsa.
Perché Penelope dipinge mezza nuda.
Perché Penelope recita così

Perché Scarlet, nonostante tutto, nel film ha questo aspetto qui
scarlet

Perché la loro storia a tre sembrava funzionare, perché è una cosa che un po’ tutti vorremmo, perché insieme erano magnifici e nelle loro scene la mia amica mi guardava con gli occhi così *_*
trio

Perché Bardem è un figo assurdo e non deve mai più fare un film in cui NON parla spagnolo. Lo stesso vale per te, Penelopa.

E poi perché per tutto il tempo avevo l’impressione di star vedendo un film di Almodóvar, a parte la visione evidentemente americana. Insomma. Ebbravi!

h1

This post is approved by Jesus

novembre 23, 2008

ma che cazzo di schifo fa questo vino………

voglio qualcosa di più buono sulla mia lingua, che guarisca le mie papille gustative che URLANO AAAH AIUTATECI STIAMO MORENDO SOTTO L’INFLUSSO DI VINO BIANCO DA TRE FRANCHI, AIUTO AIUTOOOO

qualcosa di dolce e sano qualcosa di
morbido
mordibo e scivoloso
per esempio una fragola in questo momento sarebbe
sarebbe
succosa dolce e perfetta
cioè come tutte le cose perfette dovrebbero essere
dolci e succose
e in realtà niente nella mia vita è così. o forse lo è stato una volta, ma non era particolarmente dolce, però era bello lo stesso.
certo se fosse dolce E succoso allo stesso momento allora sarebbe perfetto davvero, so con chi forse potrebbe essere così. sono davvero curiosa, davvero davvero davvero di scoprire se sia davvero così. forse non si saprà mai.
je ne sais pas quoi faire de mon putain d’charactère–
forse mai forse presto, nonostante quello che il sorriso della chantal possa dire a cena mentre racconto i cazzi miei, sempre troppo, sempre invadente nel buttare la mia carne addosso alla gente che si prende le bistecche e gli entrêcoté della mia vita in faccia, accettando, sorridendo, chiedendo ancora. perché la gente non mi manda a cagare una buona volta? perché ci stanno sempre a questo gioco del cazzo, in cui io sono sempre l’approfittatrice della buona volontà della gente di cui non vorrei approfittare?
perché poi quando invece non ricopro il ruolo di aggressione e mi lascio andare, quando mi apro all’ingoto, perché allora la prendo sempre su per il canale rettale, e per giunta senza lubrificante di sorta, che possa essere durex o senza acqua o tollerante al lattosio che sia. perché, lubrificante esente da petrolio, tu non salvi il mio deretano? non dico quelle volte in cui me la vado a cercare, che sono, lo ammetto, la maggior parte, ma almeno quelle volte in cui. in cui non è colpa mia. in cui vorrei ma non posso. in cui vorrei ma non vuole, in cui vorrebbe ma non può, in cui vorrebbe ma non sa, in cui potrebbe ma non vuole.
e poi ci sono le volte in cui il bicchiere è vuoto e quelle sono le più tristi di tutte.
e vorrei finire come mickey rourke. no. come
jim morrison, eterna invincibile non mi si può uccidere in nessun caso (ovvero sono immortale).
le parole non mi vengono finché non è il momento di usarle
e mi torna in mente un divano
minuscolo
e a new pair of jaws
e la meraviglia del trovare
il bar sotto il mare


lì dove
non avrebbe dovuto essere, non avrebbe dovuto for the sake of my sanity, mental sanity that is. certe cose in italiano non mi vengono proprio. certe cose non mi vengono e basta. poi a volte non vengo io, ma questo è normale.
è bello quando ti prepari alcoolicamente per affrontare una certa cosa o discorso con la giusta disinvoltura e/o menefreghismo, scioltezza, stronzaggine, pensiero leggiero e poi la tal cosa o discorso spariscono prima che tu abbia l’occasione di farne un’introduzione degna (per esempio 100 pagine di sinossi)

mi manca il fatto di non dover pensare per 8 ore al giorno. ho troppo tempo per pensare. quel tempo e quel pensiero vengono trasformati in seghe mentali, com’è giusto che sia. e invece sarebbe meglio di no. non mentali, per favore non mentali.

per fortuna ci sono i the doors che mi salvano sempre
questo andrà
ma che cazzo dico, i doors mi salvano sempre, se non li conosco neanche, ho 4 brani in croce sull’ipod. chissà perché si dice “in croce” per dire “poco”. quel che jesus ha fatto nella sua vita non lo considererei poco, o quello che hanno fatto i molti che vengono nominati come jesus. come gesù, che brutta che è la dicitura italiana, proprio graficamente parlando, non la si puô guardare e possibilmente nemmeno sentire.

dicevo, jesu se mai è esistito avrebbe in ogni caso approvato questo post. forse no. probabilmente no. sicuramente no, ok.

this post is approved by jesus

this t shirt is approved by jesus

voglio un maglietta, voglio tante magliette, voglio andare a milano, voglio un airdale terrier, voglio tante cose. chissà se domani mia madre torna a casa con un cane nuovo. marchio 3 anni come lo chiamiamo.
lo chiamiamo levi. levi mi piace. voglio un nome ebraico per sto cane, SAFRAN. safran. safran come johnatan safran foer. un nome letterario, ancora, com’è giusto, come aristotele ares calipso. i gatti col nome dato da me sono i migliori, peccato muoiano sempre male. o vengano uccisi, diciamo. ares tu tieni duro.

questo post va pubblicato immediatamente prima che io diventi sobria.

h1

Crush of the week #7

settembre 26, 2008

Mi limiterò a riportare dei fatti su di lui, perché se mi mettessi a parlare liberamente verrebbe fuori la solita sbrodolata da ossessione della settimana.

Russell Edward Brand (born 4 June 1975) is an English comedian, actor, columnist and presenter of radio and television. (e fin qui ok)

Brand’s first presenting role came as a VJ on music channel MTV presenting Dance Floor Chart and MTV Select. However he was fired after coming to work dressed as Osama bin Laden the day after the September 11, 2001 attacks. (LOL)

A documentary presented by Brand and Matt Morgan about the writer Jack Kerouac and his novel On the Road called Russell Brand On the Road aired on 12 December 2007 on BBC Four. (l’ho visto – c’è intero in youtube – e tra le altre cose che succedono 1. ruba un vasetto di burro d’arachidi e un pacchetto di gallette di riso dalla tomba di Kerouac 2. fa pipì fuori dal furgone in cui viaggiano MENTRE viaggiano in autostrada 3. lo filmano mentre ci prova con una in un bar 4. si mette a parlare con dei senzatetto e gli dà dei soldi e poi viene insultato dal “responsabile” del quartiere perché sono dei crack addicts)

His breakthrough role was in the 2008 film Forgetting Sarah Marshall, in which he played Aldous Snow, the boyfriend of the title character (played by Kristen Bell). (fra le quotes memorabili:
– God should be present in the bedroom!
– Take me eyes, but not the shirt!!
– Look at my limo driver… I’m going to have sex with her! alright!)

He is a big fan of The Smiths and, in particular, their ex-frontman Morrissey, so much so that he has a cat of the same name. (<3)

He dresses in a flamboyant bohemian fashion describing himself as looking like an “S&M Willy Wonka.”



He is a former heroin addict, sex addict, alcoholic and has had numerous run-ins with the police, having been arrested 11 times for public indecency.

Per avere una prova che è un genio consiglio questa breve apparizione alla Oxford University

Per avere una prova del fatto che è ASSOLUTAMENTE FOLLE consiglio quest’intervista

in cui parla, tra le altre cose, di cocacola ultravioletta.

h1

DEXTER’S BACK!

settembre 6, 2008
https://i0.wp.com/iamatvjunkie.typepad.com/i_am_a_tv_junkie_a_blog_f/images/2007/07/11/dexter_tub.jpg

Rendiamo grazie al Signore per questo leaking, omaggiandolo con la mia conversazione in proposito con Novella (da notarsi l’ora molto consona):

Gatta d’ambra scrive (01:46):
OIJSALODJASKLDJALéSKJDLAKSJDLKASJD
http://www.surfthechannel.com/info/television/Dexter/115448/S3E1.html
OjashkolDJapisdOijasDLKAJSKDLAKSJD!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
soundso scrive (01:46):
JHSDKFJHKSDJHFKJDSHCKJNSNDFLASHGDSHFKGDF
Gatta d’ambra scrive (01:47):
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Gatta d’ambra scrive (01:47):
lKAJSDLSAöSOLDKA S
pleasse don’t let this be a fakeeeeeeeeee
soundso scrive (01:47):
micheal c hall
Gatta d’ambra scrive (01:48):
AAAAAAAAH
DEXTER I’VE MISSED YOUUUUUU
Gatta d’ambra scrive (01:49):
oddio è vera
svengo muoio
Gatta d’ambra scrive (01:51):
DOAKESSSSSSS
soundso scrive (01:51):
omg
omg
Gatta d’ambra scrive (01:51):
che ansia la finale della scorsa stagione
Gatta d’ambra scrive (01:53):
,kajnskdn hakijshdnKAJSdklasmd
KEYBOARDSMASH
ahahahahah
soundso scrive (01:54):
NON DIRE NIENTE CHE QUA CI STA METTENDO UNA VITA A CARICARSI

Gatta d’ambra scrive (02:04):
devo sapere chi è che scrive per questo show
e poi intestargli il mio testamento

soundso scrive (02:04):
auahahaha
Gatta d’ambra scrive (02:19):
cioè MANCAVA UN ALTRO FIGO IN STO TELEFILM
Gatta d’ambra scrive (02:20):
come se già non avessi la bava tutto il tempo
soundso scrive (02:20):
CIOE’ C’è UN NUOVO PERSONAGGIO ED E’ FIGO?
laskfdlakj
Gatta d’ambra scrive (02:20):
non so se è uno stabile o uno random
UN ALTRO

Gatta d’ambra scrive (02:38):
HA UNA NIKON!
HA LA MIA STESSA NIKON!!!!!!!!!!!!!!!

soundso scrive (02:39):
E TU HAI FATTO QUELLA COSA SU FLICKR
DEXTER
PIECES OF US

Gatta d’ambra scrive (02:39):
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
soundso scrive (02:39):
ASLDJAD
DEXTER/ALICE OTP

Gatta d’ambra scrive (02:46):
O.O”””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””
soundso scrive (02:46):
adjhsakhjda
Gatta d’ambra scrive (02:46):
FUCK
soundso scrive (02:46):
è un FUCK di disperazione?
o un fuck tipo HOLY FUCK!
soundso scrive (02:47):
di gioia e sconvolgimento?
Gatta d’ambra scrive (02:47):
HOLY FUCK
soundso scrive (02:47):
yay!
Gatta d’ambra scrive (02:47):
ma HOLY FUCK NON POSITIVO
soundso scrive (02:47):
OH NO

h1

Crush of the week #6

settembre 5, 2008

Patrick Wolf, o Patrizio Lupo che dir si voglia.

Adoro tutto, sono in pieno trip e lo ascolto centinaia di volte al giorno. Amo il suo look, la copertina di “Magic Position” che è la cosa più gay che io abbia mai visto…

E poi gli arrangiamenti dei suoi pezzi, che sono GENIALI…

Le parole delle canzoni, specialmente

‘Cause out of all the people I’ve known
The places I’ve been
The songs that I have sung
The wonders I’ve seen
Now that the dreams are all coming true
Who is the one that leads me on through?
It’s you.

Oppure

‘Coz if you never lose,
How you gonna know when you’ve won ?
And if it’s never dark,
How you gonna know the sun,
When it shines?

E adoro come la sua voce è sempre diversa in ogni pezzo, ma specialmente in Enchanted e in Get Lost quando dice we could go to the cinema

https://i2.wp.com/m.gmgrd.co.uk/res/877.$plit/C_71_article_1025961_image_list_image_list_item_0_image.jpg

Insomma, Patrick, t’amo t’amo t’amo!